MENU

Connect with us on:
Connect with us on Facebook. Connect with us on Twitter.


ASSOCIAZIONE NAZIONALE VOLOIRE
Il sodalizio nato per trasformazione della preesistente Associazione Ufficiali Voloire, vuole riunire tutti i Kepi, di
qualsiasi ordine e grado, e coloro che che condividano i principi e le tradizioni.

Per maggiori informazioni  WWW.VOLOIRE.ORG

 

                                                                   
Le batterie a cavallo furono costituite l'8 aprile 1831
Il Reggimento, viene costituito in Venaria Reale con Regie Patenti di S.M. Maria Cristina di Borbone-Napoli Reggente del Regno di Sardegna, ordinato su 2 batterie, ciascuna costituita da 4 ufficiali, 7 sotto ufficiali, 11 caporali, 178 uomini di truppa, 210 cavalli, con 1° Comandante Vincenzo Morelli di Popolo.

Nel 1844 assume sullo shakò, a distinzione della propria specialità, la criniera nera che sostituisce il pennacchietto tipico della Artiglieria

L'intuizione fu di Alfonso Ferrero La Marmora, che intui le capacità di un artiglieria rapida e veloce; è lui il propugnatore delle Voloire, create con lo scopo "di far campagna come artiglieria leggera" in appoggio celere ed aderente alle unita' di cavalleria.
Le Batterie a Cavallo parteciparono cosi alle campagne per l'indipendenza, facendosi onore sul campo in Battaglie che faranno la Storia d'Italia : Goito, Sommacampagna, Santa Lucia
                           

Nel 1883,  viene creata la Divisione di Cavalleria, e le Batterie a Cavallo  vengono aumentate a quattro e assegnate all'8 Reggimento Artiglieria da Campagna.
Con la Legge 23 giugno 1887, viene, tra le alte cose, costituito il Reggimento Artiglieria a Cavallo su tre Brigate (l'odierno Gruppo) di due Batterie ciascuna.

Il 1° dicembre 1887 nasce a Milano il Reggimento Artiglieria a Cavallo riunendo le due Brigate di batterie a cavallo costituite nel 1883 presso l'8 reggimento da campagna e la 3^ Brigata costituita nel 1887.
A cavallo, appiedato e poi ancora a cavallo visse le vicende della 1^ Guerra mondiale. 

Il 1° ottobre 1934 si sciolse per dar vita con i suoi gruppi ai reggimenti di artiglieria celere (1°, 2° e 3° celere).

Il 1° Reggimento Artiglieria Celere giunto in Libia nel febbraio 1941, con due gruppi motorizzati, dopo valorose azioni in cooperazioni con la fanteria, fu ufficialmente sciolto per eventi bellici il 27 novembre 1942.Il 2° Reggimento Artiglieria Celere, giunto a Tripoli il 14 gennaio 1941, con due gruppi motorizzati, dopo un anno di combattimenti e 59 giorni di assedio fu sopraffatto.Il 3° Reggimento Artiglieria Celere, sbarcato a Tripoli nel febbraio 1941, con due gruppi motorizzati, si immolò in impari lotta tra il 24 ottobre ed il 4 novembre 1942. 

 

Il Reggimento Artiglieria a Cavallo, ricostituito nel luglio del 1941 riunendo i gruppi a cavallo dei Reggimenti di Artiglieria Celere, fu inviato, insieme al 201° Reggimento Artiglieria Motorizzata con fisionomia controcarri, sul frone russo dove immolò uomini cavalli e cannoni fianco a fianco dei soldati, dei cavalieri di "Savoia" e dei lancieri di "Novara" della 3^ divisione celere.